I Micofiti sono presenti ovunque in natura,  le condizioni ottimali per la loro crescita sono rappresentate da una temperatura tra 18 e 32-40 °C e da un’umidità relativa superiore al 65% (75-95%).

Possiamo distinguere Micofiti atmosferici e Micofiti domestici.

I Micofiti atmosferici sono presenti sul terreno, in particolare in zone agricole, ove svolgono un ruolo importante nei processi di decomposizione di vegetali e di altri materiali organici. Tra questi Micofiti, che hanno una predominanza estivo-autunnale (giugno-ottobre), hanno maggiore rilevanza allergologica l’Alternaria ed il Cladosporium.

Il Cladosporium, a causa della sua presenza ubiquitaria nel suolo e su diversi substrati vegetali, rappresenta il genere fungino più diffuso in Italia, in quanto le sue spore costituiscono in percentuale il 45-95% del totale delle spore aerodiffuse.

Le spore di Alternaria, invece, rappresentano in Italia soltanto una piccola percentuale del totale delle spore presenti nell'atmosfera (1-15%, a seconda delle regioni e del decorso climatico, con punte massime nel periodo estivo-autunnale). Numerosi studi hanno documentato, soprattutto negli ultimi anni, il ruolo etiologico di queste spore in vari casi di asma bronchiale, mettendo anche in relazione alcuni casi di morte per asma ad una elevata esposizione ad aeroallergeni di questo micete.

Il valore-soglia per evocare una sintomatologia clinica è stato calcolato in 100 spore/m3 di aria per l'Alternaria e in ben 3000 spore/m3 di aria per il Cladosporium.

I Micofiti domestici, presenti tutto l'anno, soprattutto in ambienti poco ventilati (è stato calcolato che da 1 g di polvere in alcune abitazioni si sviluppano fino a 180.000 colonie di spore fungine). Deve essere notato che le spore dei miceti atmosferici possono penetrare nelle abitazioni domestiche o negli ambienti di lavoro, dove si sviluppano e danno origine a notevole produzione di spore. Sorgenti di attecchimento e di proliferazione fungina possono anche essere gli alimenti (conservati in maniera inadeguata), le carte da parati, i sistemi inquinati di condizionamento e di umidificazione dell'aria.

I generi che rivestono maggiore importanza allergologica sono rappresentati da Aspergillus, di cui alcune specie sono impiegate in varie lavorazioni industriali (farmaceutiche, del pane, del formaggio, della birra, ecc.), più raramente da Penicillium, Mucor, Monilia ed altri.

Debbono essere ricordati anche gli actinomiceti (miceti termofili), che costituiscono forme di passaggio tra batteri e miceti. Particolarmente importante è la Faenia rectivirgula (nuova denominazione della Micropolyspora faenii), responsabile della principale alveolite allergica estrinseca, cioè del "farmer's lung".

I micofiti si possono trovare in frigoriferi puliti male, negli angoli umidi della casa, sulla carta da parati o nel bagno ma anche nell' aria aperta. Sono formati da un insieme di piccoli filamenti e si diffondono e riproducono mediante spore. Sia le spore che i frammenti dei micofiti sono trasportati attraverso l’aria nelle nostre vie respiratorie, dove essi rilasciano sostanze che possono causare una reazione allergica in persone sensibilizzate.

Sei allergico ai micofiti?

Ci sono molti generi di reazione ai micofiti e questa allergia è in aumento.

Le reazioni sono:

- naso chiuso

- prurito (occhi, naso)
- starnuti

Asma e altre acute difficoltà nella respirazione
Molti cibi o contengono micofiti o sono prodotti con l’aiuto di micofiti e la loro consumazione può portare:

- emicrania

- diarrea
- mal di stomaco
- vomito

Se dovessi sperimentare uno o più dei sintomi sopra elencati, dovresti consultare il tuo medico o uno specialista in allergie. Il medico ti sottoporrà ad alcuni test diagnostici per trovare a cosa sei allergico.

Quando e dove sono esposto ai micofiti? 

Le spore dei micofiti sono ovunque, ma la loro concentrazione risulta maggiore o minore a seconda dei mesi, con prevalenza in tarda primavera-estate. 

Come posso eliminare i micofiti?

tenere funzionante il riscaldamento domestico anche di notte o quando si è assenti, perchè la formazione di umidità favorisce lo sviluppo di micofiti

le stanze devono essere aerate per un breve periodo, ma intensivamente. Tutte le finestre e le porte devono essere aperte. Una breve aerazione non disperde il calore nelle pareti, così la perdita di calore è minima. Ricorda che aprire minimamente una finestra non è un’alternativa adeguata ad aprirle di più per un periodo più breve.

- se il bagno è molto umido dopo una doccia o un bagno, dovrebbe essere aerato.

- rimuovi i micofiti macchie di muffa che si formano dietro armadi, piastrelle, pannelli e installazioni.
- i mobili dovrebbero essere posti a distanza dalle pareti, così l’aria può circolare
- rimuovere le piante che stanno nei vasi. Molti micofiti vivono bene in quell’ambiente
- rimuovi dalla tua casa gli oggetti che sono contaminati dai micofiti o tratta l’aria infestata con prodotti appropriati
- se la tua casa è infestata da micofiti, l’unica soluzione è quella di chiedere aiuto ad un esperto
- quando tagli il prato non lasciare l'erba in decomposizione. Piante morte ed erba in decomposizione favoriscono lo sviluppo dei micofiti

Come eliminare i micofiti dai cibi

Se sei allergico ai micofiti che si trovano nei cibi, dovresti:

- sbucciare la frutta ed i vegetali prima di mangiarli

- preferire i cibi cotti a quelli crudi
- tenere il cibo in contenitori chiusi
- mantenere con cura frutta e vegetali nel frigorifero
- preferire cibi fatti in casa

Ancora Nessun Commento a " Allergia Asmatica provocata da Micofiti - Muffe. Cosa sono i Micofiti? "