Alimenti che aiutano a curare l'asma e le allergie.

Postato da Max Betting

Esistono diverse tipologie di alimenti che possono aiutare a combattere l'asma e molti tipi di allergia semplicemente perché rinforzano il nostro sistema immunitario e prevengono il crollo delle nostre difese corporee. 

Molti cibi contengono centinaia di sostanze con attività antiossidante, tra le più conosciute vitamine: A, C ed D, insieme a minerali come selenio, il rame e lo zinco. Gli esperti consigliano di mangiare ogni giorno almeno cinque porzioni di frutta e verdura.

Ecco alcuni dei alimenti più ricchi di antiossidanti:

> UVA
> MELE - POMODORI - ARANCIE
> TE' VERDE
> CURCUMA E CURRY
> ZENZERO
> FRUTTA E VERDURA

> POMODORI
> FUNGHI
> ALGHE
> FRUTTI DI BOSCO
> CIOCCOLATO FONDENTE
> BARBABIETOLA
> VINO ROSSO
> NOCI
NOCI


Se non siete allergici alle noci troverete in questo fantastico frutto un alleato prezioso per combattere l'asma e ogni tipo di allergia. Le noci sono un ottima fonte di magnesio e Vitamina E, inoltre riducono lo stress ossidativo delle cellule che possono portare a processi infiammatori che possono causare attacchi d'asma o allergie.

Molti studi hanno provato che il magnesio aiuta le funzioni polmonari, sopratutto in casi di asma.

La Vitamina E è l'alleato migliore del nostro sistema immunitario perché riduce il rischio di infezione della vie respiratorie superiori, sopratutto del raffreddore. 

Il valore nutritivo più importante delle noci e sicuramente la grossa quantità di Omega - 3 grassi acidi e di antiossidanti.

Consumando un paio di noci al giorno (30 - 50 grammi), si riduce notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari.

Oltre alla Vitamina E troviamo nelle noci anche le seguenti vitamine: A, B1, B2, B3, B5, B6, C e PP. Le noci sono ricce dei seguenti minerali: potassio, calcio, fosforo, magnesio, sodio e ferro. 

UVA

La uva nera e quella rossa sono molto ricche di  resveratrolo, uno dei antiossidanti più potenti. Molti studi dimostrano che l'uva riduce i sibili del asma.

La pelle del uva nera e molto ricca di elementi fenolici che gli danno il colore ed il gusto, mentre alle persone portano salute. Oltre al già nominato resveratrolo l'uva nera contiene anche polifenoli, antociani, catechine e quercetina.

Tutti questi elementi sono dei potenti antiossidanti che distruggono i radicali liberi gli quali possono essere causa di tumori.

Si dovrebbe mangiare l'uva nera il più spesso possibile anche per la ricchezza di potassio, manganese te delle seguenti Vitamine: C, B1 e B6.

MELE - POMODORI - ARANCE / FRUTTA E VERDURA

I primi tre alimenti, mele, pomodori e arance sono i più ricchi di Vitamina C la quale e un potente antiossidante. Tanti studi dimostrano che l'assunzione di dosi massicce di Vitamina C aiuta sopratutto nel prevenire l'allergia al polline. 

La dose giornaliera di 1-2 grammi aiuta considerevolmente nella prevenzione delle reazioni allergiche.

Più della meta dei malati d'asma ha l'allergia al polline, per questo motivo e molto importante il consumo di questi tre fantastici alimenti. 

Inoltre si devono consumare anche carote,patate dolci,zucche, cachi,albicocche, barbabietole e ogni altro frutto o verdura dai colori vivi: arancione, rosso, giallo, verde. Contengono vitamina A, licopene, luteina, fitoene e canta xantina e stimolano la moltiplicazione delle cellule del sistema immunitario. Ovviamente se tutti questi alimenti sono biologici e ancora meglio.

 TE' VERDE

Il tè verde e ricco di polifenoli, fra cui le catechine e in particolare l’epigallocatechina -3- gallato (EGCG) .

E un potente antiossidante, un detossificante ( attiva gli enzimi del fegato che eliminano le tossine dall’organismo).

Il tè verde senza caffeina contiene ancora tutti i polifenoli. Il tè verde giapponese (sencha, gyokuro, matcha, eccetera) è ancora più ricco di EGCG rispetto al tè verde cinese.

Attenzione: alcuni soggetti sono sensibili anche alla scarsa caffeina contenuta nel tè verde e risciano di soffrire d’insonnia, qualora lo bevono dopo le 16. In tal caso si può ricorrere al tè verde deteinato.

Utilizzo raccomandato: la liberazione delle catechine richiede un’infusione prolungata, dai cinque agli dieci minuti. Lasciare in infusione 2 grammi di tè verde per dieci minuti in una teiera e berlo entro l’ora seguente,oltre tale termine, i polifenoli scompaiono, il consumo giornaliero ideale è di sei tazze.

CURCUMA E CURRY

La curcuma (la polverina gialla presente nel curry) è l’antiossidante è l’antinfiammatorio naturale più potente sinora individuato.

Attenzione: per essere assorbita dall’organismo, la curcuma va mescolata al pepe nero,che andrebbe diluito nell’olio  extravergine d’oliva o di lino, di preferenza. Le varie miscele di curry possono contenere solo un quinto di curcuma, o anche meno, quindi è preferibile fare ricorso alla polvere di curcuma direttamente.

Utilizzo raccomandato: mezzo cucchiaino da caffè di polvere di curcuma mescolato a un cucchiaino da caffè d’olio extravergine d’oliva, a una generosa presa di pepe nero e a un filo di sciroppo d’agave,per togliere il leggero retrogusto amaro. Può essere aggiunto a verdure, minestre o al condimento delle’insalate.

ZENZERO

La radice dello zenzero agisce a sua volta sia come potente antinfiammatorio sia come antiossidante,più efficace della vitamina E.

Utilizzo raccomandato: grattugiare un pezzo di zenzero sopra delle verdure miste mentre cuociono con l’olio d’oliva in padella o nel wok, in alternativa , far marinare della frutta con del succo di limone verde e dello zenzero grattugiato e aggiungere sciroppo d’agave.


FUNGHI

Funghi shiitake, maitake, enokitake, cremini, porto bello, champignon, agarico, ostreato e cardarelli contengono tutti polisaccaridi e lentinane, che stimolano la moltiplicazione e l’attività delle cellule immunitarie.
Utilizzo raccomandato: in una minestra di verdure o in un brodo di pollo, grigliati, al forno, cotti nel wok con altre verdure.



ALGHE

Numerose alghe marine, stimolano le cellule del sistema immunitario.

Le principali alghe alimentari sono: nori, kombu, wakame, arame e dulse.

In particolare, l’alga nori è una delle rarissime specie vegetali contenenti acidi grassi omega 3 a catena lunga, i più efficaci contro le infiammazioni e indispensabili al funzionamento dei neuroni.

Utilizzo raccomandato: le alghe possono essere utilizzate nelle minestre, nelle insalate o aggiunte alla cottura di legumi come fagioli e lenticchie.
  
FRUTTI DI BOSCO

Fragole, lamponi, more, mirtilli neri e rossi contengono acido ellagico e svariati polifenoli, che stimolano sistema immunitario.

Utilizzo raccomandato: durante la prima colazione, mescolati con latte di soia e fiocchi multicereali, sotto forma di macedonia o come spuntino fra i pasti, grazie al loro gusto fresco e dolce che tuttavia non innesca picchi glicemici nel sangue.


CIOCCOLATO FONDENTE

Cioccolato fondente, con un tenore in cacao superiore al 70%, contiene numerosi antiossidanti, proantocianidine e una gran quantità di polifenoli.

Un quadretto di cioccolato ne contiene il doppio rispetto a un bicchiere di vino rosso, e praticamente lo stesso quantitativo rispetto a una tazza di tè verde. Un consumo pari a 20 grammi al giorno non fornisce un apporto calorico eccessivo, il piacere al palato è più intenso rispetto a un pasticcino o a un dessert, e la sensazione di fame viene calmata con più efficacia.

Attenzione: la miscela fra cioccolato e latte annulla gli effetti benefici delle molecole contenute nel cacao, quindi è meglio evitare cioccolato al latte.

VINO ROSSO

Il vino rosso contiene numerosi polifenoli, fra cui il ben noto resveratrolo. Poiché i polifenoli si estraggono tramite fermentazione, la loro concentrazione è maggiore nel vino che non nel succo d’uva, ed essendo racchiusi nella buccia e nei semi degli acini, nel vino bianco sono molto meno presenti. Il resveratrolo agisce sui geni detti sirtuine, che proteggono le cellule sane dall’invecchiamento.

Utilizzo raccomandato: questi risultati sono ottenuti a concentrazioni paragonabili a quelle di un bicchiere di vino rosso al giorno, un consumo superiore non è raccomandabile. I vini delle zone umide, come per esempio il Pinot nero, sono particolarmente ricchi di resveratrolo