Quali Sono i Sintomi del Asma

Postato da Max Betting
I sintomi più comuni del asma sono:

- Tosse secca o catarrosa
- Senso di costrizione al torace e dispnea
- Difficoltà respiratoria
- Tipico sibilo durante la fase di espirazione

Durante l'attacco asmatico, la mucosa dei rami bronchiali più piccoli e dei bronchioli polmonari si ispessisce, la muscolatura liscia dei bronchi si contrae e il passaggio dell'aria è difficoltoso.

L’asma bronchiale è caratterizzata da crisi di dispnea – "fame d'aria" parossistica ed in particolare modo nella sua accezione espiratoria, infatti, è anche conosciuto come accesso (crisi) asmatica; L’accesso asmatico si presenta con una certa frequenza in corrispondenza delle ore notturne, senza cause apparenti, ed in altre circostanze, invece, si manifesta in funzione dell’esposizione ad agenti allergeni responsabili diretti dell’insorgere dell’affezione di tipo respiratorio (ovviamente, qualora si tratti di asma di tipo allergico).

Quando l’attacco asmatico sta per sopraggiungere, il soggetto lo avverte attraverso una sintomatologia generale ed aspecifica, ad esempio : stato di irrequietezza, fossetta irritativa, manifestazioni orticarioidi, perdita improvvisa del senso dell'olfatto (condizione meglio nota con il termine tecnico di “anosmia”).

Quando l’affezione colpisce durante le fasi di sonno, il soggetto si sveglia d’impeto e cerca di conquistare, il più velocemente possibile, la posizione “seduta” poiché più confacente nel favorire un processo respiratorio più corretto. Inoltre, poiché colto da intensa sensazione di soffocamento e da “fame d'aria”, la persona oggetto ti tale affezione è condotta verso la ricerca disperata di più aria, ad esempio correndo, verso la finestra o slacciandosi il colletto della camicia.

In tali condizioni il soggetto appare cianotico, pallido, bagnato di sudore, con i muscoli respiratori ausiliari del collo ben evidenti, teso nello nel tentativo di favorire un dilatamento ulteriore dei polmoni che, peraltro, sono già in permanente posizione inspiratoria: l’inspirazione è breve, mentre l’espirazione è molto più prolungata e rumorosa con fischi e sibili, udibili anche a distanza e non solo con l'ascoltazione del torace; Inoltre, inevitabile è l’intensa agitazione psichica nonché il senso d’angoscia che pervade il soggetto. In tali casi normalmente compare una tosse dapprima secca e stizzosa che, poi, risulta essere accompagnata da espettorato scarso e vischioso.

L'accesso asmatico dura in genere circa 1-2 ore.

Nei casi più gravi si ripetono vari episodi di accessi asmatici nel periodo notturno con periodi di benessere che ne intervallano gli episodi stessi (stallo asmatico).

Il torace si presenta a forma di botte, dilatato ed allungato e le escursioni respiratorie sono alquanto limitate ed è presente uno stato di enfisema polmonare.

La causa immediata dell'accesso asmatico è l'improvvisa e temporanea stenosi (restringimento) dei bronchioli dovuta a: una contrazione prolungata (spasmo) della muscolatura bronchiale, a edema della mucosa e secrezione di essudato denso che tende ad occludere il lume bronchiale.