Si può Curare l' Asma?

Postato da Max Betting
IL DOTTORE CHE MI HA SALVATO...

Io credo di esserci riuscita, ormai da anni non ho più crisi asmatiche. L'ultima volta che sono finta al pronto soccorso era nel maggio del 2010. Da allora niente più crisi, niente più panico, niente più lacrime, un stress insopportabile che può capire solo chi ha provato un attacco asmatico.

Una sensazione di impotenza che rende deboli e fragili allo stesso momento, dura per giorni questa debolezza fisica che viene ancor più accentuata dai fortissimi farmaci che servono per fermare subito la crisi asmatica. Nel mio caso non so cosa mi rendeva più debole, la crisi asmatica, oppure i farmaci che per fortuna non uso più.

Vi chiederete come sono riuscita a curare l' asma, ve lo racconto subito, ma prima voglio raccontarvi la mia storia...tranquilli non vendo niente...la voglio condividere con tutti semplicemente perché grazie a un episodio successo al pronto soccorso la mia vita è cambiata per sempre.

Ma torniamo a noi, come detto sopra nel maggio del 2010 ho avuto il mio ultimo attacco asmatico, e arrivato come sempre al improvviso, di notte. Mi sono recata subito al pronto soccorso dove mi hanno dato subito un broncodilatatore per alleviare il dolore è farmi ritornare il respiro ad un livello normale.

Nei primi momenti ho sentito un enorme sollievo come spesso accade in queste situazioni, ma la mia sensazione era che la crisi  non era passata del tutto, ho cercato di dirlo al dottore di turno il quale mi ha rassicurato che e tutto normale, continuava a dirmi che ho solo bisogno di riposo, poi mi ha liquidata con le solite ricette è tante belle parole.

Nel breve percorso che ho fatto per tornare alla macchina la mia situazione è di nuovo peggiorata, pensavo di morire, non riuscivo nemmeno a parlare. Dalla rabbia che avevo in corpo non volevo tornare indietro ma ho deciso assieme a mio marito di provare un altro pronto soccorso.

Ci siamo recati in un ospedale fuori città dove mi sono presentata con il foglio della precedente visita (che sbaglio) fatta 20 minuti prima, li sono cominciate le domande, una raffica di stupide domande alle quali non riuscivo semplicemente a rispondere per la mancanza di respiro. Un interrogatorio senza fine che mi ha portato alle lacrime per la sensazione di indifferenza che sentivo da parte del infermiera che mi stava davanti.

Mi sono innervosita è le ho detto “Basta con le domande, mi vuoi aiutare si o no?"

A quel punto è arrivato il medico che ha sentito la discussione il quale mi si e rivolto con un tono molto arrogante “Che problemi hai?” …

La mia risposta e stata più arrogante della sua provocazione “Lei è capace di aiutarmi, me lo dica subito, se no vado da un'altra parte a farmi aiutare, non voglio perdere tempo con lei”…dopo avergli gridato in faccia queste parole con quell’ poco d'aria che mi rimaneva nei polmoni sono crollata sulla sedia della sala aspetto.

A quel punto il dottore mi ha fatto entrare subito nel ambulatorio confortandomi è dicendomi che è capace e che mi aiuterà. La sua voce è cambiata, ad un tratto e diventato gentile, persino amichevole. Mentre mi dava i farmaci per calmare la crisi ha iniziato a dirmi che non mi lascerà a casa fino a che non staro bene, poi mi ha sorpreso con le seguenti parole:

Ti dirò una cosa che va contro la mia professione ma te lo voglio dire, proprio come lo direi a una sorella…se continui con queste medicine, con le stesse cure che hai fatto fino ad ora, tornerai da me sempre più spesso è in condizioni ancora più gravi di adesso.

L'unico modo per combattere queste malattie è il tuo sistema immunitario, devi rafforzarlo, devi iniziare a mangiare solo frutta e verdura, tutto deve essere biologico, meglio se crudo.

Solo cosi potrai sbarazzarti delle medicine è non avere più crisi  asmatiche, queste medicine sono un veleno è ti aiutano per un breve periodo ma fanno molti danni collaterali per la maggior parte proprio al tuo sistema immunitario.

Se mi dai ascolto in breve tempo vedrai dei cambiamenti enormi, prova, questo è l’ unico modo, te lo garantisco, non tornerai mai più in ospedale.

Grazie a queste strane circostanze mi sono trovata davanti a un dottore che mi ha dato un consiglio strano, mai sentito prima, un consiglio che mi ha toccato per il modo nel quale mi è stato trasmesso.
Ho potuto sentire  la sincerità nella sua voce, una sincerità che mi ha spinto a cambiare la mia alimentazione dalla A alla Z.

Poteva sembrare un consiglio banale, ma io lo preso alla lettera, ho cominciato a documentarmi, a leggere, è ho capito quanto ero ignorante in materia. Il 90% della nostra salute proviene dal cibo è spesso non sappiamo nemmeno cosa mangiamo.

In questo percorso ho scoperto che il cibo può curare tante malattie incurabili, non solo l’asma.

I cambiamenti che ho visto sul mio corpo già dal primo giorno hanno fatto sparire tutti i dubbi riguardo a quello che stavo facendo, ero comunque sempre all’erta aspettando la prossima crisi asmatica. Cambiavano le stagioni ma non succedeva niente, anzi ho cominciato a notare che non mi davano più fastidio la polvere il polline o la muffa.

La mia vita è migliorata in tutti i sensi, niente più stanchezza, niente più mal di testa, niente più dolori assurdi durante il ciclo mestruale, più tante altre piccole cose.

Posso dirvi che dopo 15 anni di sofferenze ho ritrovato il sorriso, quando arriva il cambio di stagione  non sono più in ansia per un'altra imminente crisi ma mi godo il ciclo della natura, mi godo il cibo che mi ha dato la salute, mi godo la vita.

Ho voluto condividere questa storia con tutti quelli che soffrono di questa brutta malattia, io c'è lo fatta, potete farcela anche voi.

Io ho dato ascolto a quel dottore solo per non tornare mai più in un pronto soccorso, provate anche voi, vi auguro di riuscire come ci sono riuscita io.

Per iniziare il tuo viaggio verso la guarigione parti da qui, impara a conoscere la parte più importante del tuo corpo, il tuo sistema immunitario. Imparerai come rafforzarlo, evitando il crollo delle tue difese corporee.

Buon Respiro a Tutti…Stella